IL DISCERNIMENTO. RICONOSCERE, INTERPRETARE, SCEGLIERE NELLO SPIRITO – Due giorni di formazione interprovinciale

IL DISCERNIMENTO. RICONOSCERE, INTERPRETARE, SCEGLIERE NELLO SPIRITO – Due giorni di formazione interprovinciale




marco

 

di Fr. Marco Lentini

«Prendere decisioni e orientare le proprie azioni in situazioni di incertezza e di fronte a spinte interiori contrastanti è l’ambito dell’esercizio del discernimento. Si tratta di un termine classico della tradizione della Chiesa, che si applica a una pluralità di situazioni. Vi è infatti un discernimento dei segni dei tempi, che punta a riconoscere la presenza e l’azione dello Spirito nella storia; un discernimento morale, che distingue ciò che è bene da ciò che è male; un discernimento spirituale, che si propone di riconoscere la tentazione per respingerla e procedere invece sulla via della pienezza di vita. Gli intrecci tra queste diverse accezioni sono evidenti e non si possono mai sciogliere completamente» (SINODO DEI VESCOVI, I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. Documento preparatorio, 13 gennaio 2017, II.2).

Nei giorni 5 e 6 marzo 2018, nel Centro Maria Immacolata a Poggio S. Francesco (Monreale), i frati delle tre Province Cappuccine della Sicilia si sono incontrati per una due giorni di formazione in preparazione al Sinodo dei Vescovi su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” (ottobre 2018).

L’incontro, incentrato sul Discernimento “nello Spirito” e più in particolare sul discernimento vocazionale e sull’accompagnamento spirituale, è stato guidato da Don Giuseppe Buccellato (SdB) Docente di Teologia Spirituale allo Studio Teologico San Paolo di Catania. Dopo la presentazione della tematica e dell’ “arte dell’ascolto”, i partecipanti, guidati dal relatore, hanno avuto la possibilità di confrontarsi con quattro situazioni tratte dalla realtà (fatto salvo l’anonimato). Ringraziamo di cuore Don Giuseppe Buccellato e i nostri Provinciali per la scelta della tematica e del relatore che ha saputo farci dono della sua competenza con quella semplicità che contraddistingue la vera Sapienza.

Lascia un commento

avatar

* Questa casella GDPR è richiesta

Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento.

  Subscribe  
Notificami