Popolo sacerdotale unto per profumare il mondo – Messa crismale a Palermo 2018

Popolo sacerdotale unto per profumare il mondo – Messa crismale a Palermo 2018



«Unti per ungere il Corpo di Cristo che è la Chiesa … Unti per profumare il mondo» (Mons. Lorefice)

Queste tra le altre le parole di Mons. Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, nell’omelia per la Messa Crismale concelebrata insieme al suo presbiterio, accorso numerosissimo, in una cattedrale gremita di fedeli.

«La Messa crismale è quasi epifania della Chiesa, corpo di Cristo organicamente strutturato che nei vari ministeri e carismi esprime, per la grazia dello Spirito, i doni nuziali del Cristo alla sua sposa pellegrina nel mondo.
La celebrazione, comprendente sia il rito eucaristico sia la benedizione del crisma, manifesta la stretta unione dei presbiteri e dei diaconi con il vescovo nel sacerdozio ministeriale, insieme alla realtà dell’unico sacerdozio battesimale che ne è il fondamento stesso.
L’unzione di spirito Santo, ricevuta da Gesù nell’incarnazione teofania sul Giordano, e partecipata a tutti i membri della Chiesa mediante il battesimo e la cresima; ad essa si richiama anche l’epiclesi che consacra a titolo speciale il vescovo, i presbiteri e i diaconi e servizio del popolo sacerdotale, dal quale sono assunti e per il quale sono costituiti ministri.
E’ la natura dell’olio, che medica le ferite, profuma le membra e allieta la mensa, ad essere assunta nel simbolismo biblico-liturgico per esprimere l’unzione dello Spirito che risana, illumina, conforta, consacra e permea di doni e di carismi tutto il corpo detta Chiesa.
Insieme al crisma sono benedetti anche l’olio dei catecumeni per quanti lottano per vincere lo spirito del male in vista degli impegni del battesimo, e l’olio degli infermi per l’unzione sacramentale di coloro che nella malattia compiono in sé ciò che manca alla passione redentrice del Cristo.
Così dal Capo sì diffonde in tutte le membra della Chiesa e sì espande nel mondo il buon odore di Cristo.» (A cura dell’Ufficio Liturgico di Palermo)

Lascia un commento

avatar

* Questa casella GDPR è richiesta

Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento.

  Subscribe  
Notificami