XXIII CORSO DI FORMAZIONE PER GLI ANIMATORI DELLA PGV DEI FRATI CAPPUCCINI ITALIANI

XXIII CORSO DI FORMAZIONE PER GLI ANIMATORI DELLA PGV DEI FRATI CAPPUCCINI ITALIANI

 

 

 

di fr. Luigi Librera

Dal 21 al 23 novembre ’21 si è svolto a Frascati, dopo lo stop per Covid dell’anno precedente, il XXIII Corso di formazione per gli animatori della Pastorale Giovanile Vocazionale dei Frati Cappuccini Italiani, che ha visto anche la presenza di una suora cappuccina dell’Immacolata di Lourdes e di due suore cappuccine del Sacro Cuore.

Il primo giorno è stato propizio per ritrovarsi insieme dopo un po’ di tempo e per condividere, in un primo momento, le fatiche e le iniziative che si sono portate avanti in questo tempo di pandemia, accompagnati da fr. Sergio Lorenzini, Ministro Provinciale delle Marche.

Il secondo giorno al mattino ci si è messi in ascolto del confratello cappuccino fr. Wojciech Glowacki, guardiano della fraternità internazionale “San Lorenzo da Brindisi” di Spello (PG), che ha condiviso con i presenti una ricca analisi esegetico-spirituale del salmo 132, soffermandosi sulla gioia e sui conflitti dello stare insieme in fraternità, luogo che il Signore pacifica e sul quale stende la sua benedizione.

Nel pomeriggio è stata la volta di Don Fabio Rosini, presbitero e biblista della diocesi romana, direttore del servizio per le vocazioni del Vicariato di Roma. Diversi gli spunti offerti tra i quali le modalità con le quali ripartire – ammesso che ci si fosse mai fermati – in questo tempo di lenta ripresa nel post-Covid, uno su tutti la necessità di essere fedeli al carisma fonte di vita e di vocazione, senza pretendere di ritornare a quello che si è sempre fatto perdendo la fecondissima occasione che questo tempo di crisi ci offre come cristiani per essere lievito che fermenta la massa.

L’ultimo giorno al mattino è intervenuto fr. Gianpaolo Lacerenza, Ministro Provinciale di Puglia e presidente della Cimcap il quale ha illustrato l’attuale situazione della Conferenza italiana sottolineando, a più riprese, l’importanza del contributo che la Pastorale Giovanile Vocazionale può e deve dare non solo a chi si affaccia alla nostra vita ma a tutti i frati perché possano sempre riscoprire la propria vocazione. Nel pomeriggio, infine, fr. Nicola Zanin OFMConv, ha condiviso la sua esperienza a Camposampiero (PD) del Centro di Pastorale Giovanile Vocazionale e familiare dove una grande equipe formata da tre frati ma soprattutto da giovani e famiglie, si spende per l’evangelizzazione e l’accompagnamento di tanti ragazzi che arrivano per unirsi alle varie proposte offerte sperimentando come casa un luogo dove poter condividere preghiera, studio, campi e attività in fraternità e secondo il taglio prettamente francescano.

Il tutto si è concluso con l’Assemblea e l’elezione del nuovo coordinatore e dei referenti PGV a livello nazionale con appuntamento a Padova per l’annuale convegno Giovani e Frati rivolto ai giovani delle case di accoglienza fissato per il 30 maggio /2 giugno 2022.

Lascia un commento

avatar

* Questa casella GDPR è richiesta

Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento.

  Subscribe  
Notificami